COMPILA IL QUESTIONARIO KEEP IN TOUCH!
Opportunitá
Il Progetto
Il Progetto

Bando a sostegno delle nuove PMI innovative

Sostenere gli investimenti e le spese necessarie nella fase di avvio e nella espansione di PMI innovative
Fondo per il microcredito
Legge Regionale n. 4 del 30 marzo 2011
Finalità
Sostenere gli investimenti e le spese necessarie nella fase di avvio e nella espansione di PMI innovative
A chi è rivolta
Le PMI beneficiarie del presente bando debbono configurarsi in una delle seguenti tipologie:
• start-up ad alto contenuto tecnologico. Le start-up ad alto contenuto tecnologico sono le società di nuova creazione caratterizzate dalla presenza di processi produttivi altamente tecnologici ed innovativi in termini di output, o in termini di fattori di produzione compresa l'utilizzazione brevetti ed opere dell'ingegno depositate in ambito nazionale ed internazionale;
• spin-off di natura industriale. Si definisce spin-off industriale una nuova unità economica con le stesse caratteristiche di cui al punto precedente, costituita da alcuni soggetti che provengono da una impresa esistente, che si distingue per il grado di innovatività;
• spin-off accademici ad elevate competenze scientifiche. Si definisce spin-off accademico una nuova unità economica caratterizzata dalla presenza di processi produttivi altamente tecnologici ed innovativi in termini di output o di fattori della produzione o che siano stati riconosciuti come tali nell'ambito degli appositi regolamenti emanati dall'ateneo di provenienza.
Forma di agevolazione
Il contributo concedibile consiste in un contributo in conto impianti e/o in conto esercizio pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile. L'ammontare complessivo delle spese ammissibili non può essere inferiore ad €30.000,00 e né superiore ad €500.000,00.
Iniziative finanziabili
Le spese ammissibili devono riguardare le seguenti tipologie:
a. Spese di costituzione (max 2.000,00 euro);
b. Spese di locazione dei laboratori e della sede operativa dell'impresa in cui viene effettuato l'investimento per un importo massimo di €30.000,00 annui e limitatamente a 12 mesi a partire dal mese di presentazione della domanda.
c. Macchinari, attrezzature, impianti hardware e software di stretta pertinenza dell'attività produttiva dell'impresa.
d. Acquisizione e locazione finanziaria di attrezzature scientifiche e di laboratorio;
e. Acquisto di brevetti, fino ad un massimo del 60% del totale del progetto ammesso;
f. Spese connesse alla concessione o riconoscimento di brevetti o di altri diritti di proprietà intellettuale ivi comprese le spese di ricerca pre-brevettuale direttamente sostenute dalla società titolare del brevetto.
g. Spese finalizzate alla partecipazione a fiere ed eventi (max _ 10.000,00);
h. Consulenze esterne specialistiche nella misura massima del 10% del costo totale ammissibile del progetto rese da strutture specializzate organizzate in forma d'impresa, la cui attività risulti compatibile con la consulenza offerta, ovvero professionisti singoli o consulenti il cui curriculum formativo e professionale evidenzi adeguate competenze in materia.
i. Consulenze e/o accordi di collaborazione rese da istituti universitari e centri di ricerca pubblici nella misura massima del 20% del costo totale ammissibile del progetto.
j. Spese connesse allo sviluppo sperimentale di un brevetto, sostenute tramite una struttura esterna all'azienda beneficiaria del contributo.
k. Costo del personale dipendente e spese per materiali sostenute direttamente dall'azienda beneficiaria per lo sviluppo sperimentale di un brevetto per un massimo del 40% del costo totale del progetto ammesso.
Scadenza
La presentazione dei progetti potrà avvenire a partire dalle ore 0,00 del 18 febbraio 2013 e fino alle ore 24,00 del 31.12.2013.
Modalità di presentazione della domanda
La domanda di ammissione al contributo e la scheda tecnica-business plan dovranno essere compilate dall'impresa utilizzando, pena l'inammissibilità della domanda, la modulistica presente nel sito:
http://www.sviluppoeconomico.regione.umbria.it/mediacenter/FE/home.aspx.
La domanda di ammissione al contributo e la documentazione, compilate attraverso i modelli word resi a disposizione sul sito di cui sopra, salvati in formato pdf e firmati digitalmente dal rappresentante legale dell'impresa richiedente ai sensi dell'art. 65 del D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 - "Codice dell'amministrazione digitale, dovranno essere inviati alla Regione Umbria tramite l'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dell'impresa richiedente, all' indirizzo: direzionesviluppo.regione@postacert.umbria.it, pena l'esclusione.
Le imprese richiedenti il contributo dovranno inviare tramite PEC la seguente documentazione, pena la non ammissibilità della domanda:
• domanda di ammissione a contributo;
• scheda tecnica - business plan del progetto di cui si richiede il finanziamento;
• dichiarazioni di adeguamento dei mezzi propri allegato 6;
• dichiarazione bancaria di cui all'allegato 7 o copia del contratto di finanziamento bancario;
• per la dimostrazione dell'innovatività dell'impresa, alternativamente: documentazione comprovante il possesso di brevetti, o di licenze di sfruttamento di brevetto; copia dei contratti in essere con Università, enti di ricerca, centri di ricerca pubblici; dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui si descrive la composizione societaria con la quote di partecipazione attribuite a ciascun socio (allegato 8). La Regione verificherà la veridicità della dichiarazione con visura camerale da effettuarsial momento della valutazione.
Ulteriori informazioni
Per maggiori informazioni e per scaricare il bando e gli allegati è possibile consultare l'indirizzo: http://www.regione.umbria.it/MEDIACENTER/FE/bando/bando-a-sostegno-delle-nuove-pmi-innovative-approv.html