COMPILA IL QUESTIONARIO KEEP IN TOUCH!
News
News
Assisi
News

Umbria meta enologica per eccellenza

17-01-2014

Vitivinicoltura: 

"Wine Enthusiast" premia l'umbria

L'assessore all'agricoltura della Regione Umbria dichiara: 

"riconoscimento del grande lavoro fatto"


 "Il fatto che una rivista autorevole come 'Wine Enthusiast' indichi l'Umbria (unica regione italiana) fra le dieci destinazioni in assoluto, in cui valga la pena di andare per degustare il buon vino, oltre che come occasione per godere di un magnifico soggiorno in una regione bella dal punto di vista paesaggistico, ricca di bellezze storico-artistiche e culturalmente vivace, grazie al suo tessuto culturale e alle sue grandi manifestazioni, è un riconoscimento che ci riempe di soddisfazione". Lo ha detto l'assessore all'agricoltura della Regione Umbria Fernanda Cecchini, commentando la notizia, diffusa oggi da "Wine News", che l'Umbria, "Green Heart of Italy" è stata individuata come l'unica regione italiana fra le "10 Best Wine Travel Destinations 2014" dal popolare "magazine" statunitense "Wine Enthusiast", che non soltanto "incorona" i territori di Montefalco e dell'Orvietano come produttori di grandi vini di eccellenza, ma esprime grande apprezzamento per la bellezza dei paesaggi umbri e la ricchezza storica dei territori. "Che una rivista d'Oltreoceano possa proclamarsi 'entusiasta' del vino e dell'Umbria intera - ha aggiunto l'assessore Cecchini - è una circostanza che premia il grande lavoro che abbiamo fatto non soltanto nel settore della vitivinicoltura, ma di valorizzazione integrale dei territori e dell'Umbria come 'brand', capace di esprimere una inimitabile offerta di paesaggio, storia, arte, territori ed enogastronomia di eccellenza".

   "La qualità del vino umbro - ha detto l'assessore - è fuori discussione: lo sforzo in cui siamo impegnati è ora quello di promuoverlo e commercializzarlo adeguatamente. Per questo - ha ricordato - ci siamo dotati di un Piano Regionale per la promozione e la commercializzazione del vino, messo a punto con la collaborazione degli istituti nazionali di ricerca Nomisma e Inea, per rendere il vino umbro riconoscibile ed identificabile nella sua unicità, fusa con lo spirito e l''anima' dei territori. Gli Stati Uniti - ha sottolineato Fernanda Cecchini, ricordando l'iniziativa promozionale tenutasi a New York lo scorso novembre, con un "Mese dell'Umbria" a Eataly dedicato ai vini, ai prodotti gastronomici di eccellenza e alla cucina umbra, insieme ad una esposizione delle foto dedicate alla regione da Steve McCurry - sono un mercato al quale l'Umbria guarda con grande attenzione: 'Wine Enthusiast' - ha concluso - ci conferma che abbiamo imboccato la strada giusta".

 "Diversamente da altre mète turistiche d'Italia più conosciute - spiega Kerin O' Keefe, "italian editor" di "Wine Enthusiast", citata da "Wine News" - le colline e le vallate dell'Umbria, coperte da oliveti e vigneti, sembrano intoccate dal tempo. Accanto alla sua incontaminata bellezza naturale - aggiunge -, l'Umbria è piena di città medievali ben conservate. Insomma, un mix di grandi vini, natura incontaminata, storia ben conservata e vitalità culturale moderna, che - sottolinea Kerin O' Keefe - hanno portato l'unica regione italiana senza sbocco sul mare, stretta come è fra Toscana, Marche e Lazio, alla ribalta tra le destinazioni enoturistiche mondiali, anche per merito di imprenditori e professionisti del 'wine&food che, negli anni, hanno dato valore e lustro al territorio".

Fonte: http://www.regione.umbria.it/mediacenter/FE/articoli/vitivinicoltura-wine-enthusiast-premia-lumbria-ass.html