COMPILA IL QUESTIONARIO KEEP IN TOUCH!
News
News
Gualdo Tadino
News

L'arte in Umbria

06-06-2013

Capolavori in Valtiberina da Piero della Francesca a Burri. Itinerari tra Umbria e Toscana

Più sedi espositive per la mostra che si svolgerà dal 22 giugno al 03 novembre 2013

L'evento si svolgerà dal 22 giugno al 03 novembre 2013 in quel territorio che Plinio il Giovane ebbe a definire come "un immenso anfiteatro quale soltanto la natura può crearlo", a metà strada tra Umbria e Toscana ricco di storia e di arte, ma anche di tradizione, enogastronomia e artigianato. 
La
 Valtiberina, crocevia di culture e tradizioni è teatro della nona edizione del progetto Piccoli Grandi Musei, nato in seno all'Ente Cassa di Risparmio di Firenze per valorizzare e sostenere tutti quei musei del territorio, poco conosciuti ai più, ma non per questo meno meritevoli di interesse.

Il percorso espositivo si snoderà tra la Pinacoteca Comunale, la Collezione Burri e il Museo del Duomo di Città di Castello, il Museo Civico di Sansepolcro, il Museo della Madonna del Parto a Monterchi e il Museo statale di Palazzo Taglieschi ad Anghiari. Proprio qui sarà esposta La Tavola Doria, copia di autore ancora sconosciuto, della celeberrima Battaglia di Anghiari dipinta da Leonardo da Vinci a Palazzo Vecchio.
Per informazioni: 
tel. 0575 740536
 
Per prenotazioni: 
tel. 0575 1940916
 
capolavorivaltiberina@piccoligrandimusei.it

 

Ad Assisi una mostra per celebrare Norberto

Dal 6 aprile al 30 giugno, le opere del grande maestro saranno visibili presso il palazzo del Monte Frumentario

Ad Assisi la più grande e importante mostra, sia a livello nazionale che internazionale, finora mai dedicata al maestro Norberto. Nella mostra antologica, ospitata all'interno delle sale di Palazzo Monte Frumentario in via San Francesco, verranno esposte oltre 500 opere tra sculture, tele e tavole, di cui 100 inedite, ritrovate dopo la morte del Maestro, avvenuta nel 2009.
Per informazioni:
Galleria Luigi Proietti – Museo Norberto
+39 0742 652044
+39 0742 65125

 

"Armonie d'Arte" a Montefalco (Pg)

Dal 2 giugno al 31 agosto tanti appuntamenti tra arte, spettacoli, musica e gastronomia

Il Sacro e il Profano: storia e storie di costumi e di cinema. Sono questi gli ingredienti e i temi di ispirazione della rassegna Armonie d'Arte 2013, un evento organizzato dall'Associazione MontefalcoinArte che nasce con l'obiettivo di trascinare il pubblico in un percorso fatto di tessuti, note, immagini, parole, suggestioni artistiche e sapori. Molto ricco il calendario degli appuntamenti che, tra arte, spettacoli, musica e gastronomia, è caratterizzato soprattutto da due suggestive mostre di costumi di scena e una di abiti-scultura, che vogliono rendere omaggio alla storia del costume e dell'arte del cinema italiano.

www.montefalcoinarte.it

 

Raffaello e Perugino modelli nobili per Sassoferrato a Perugia

La mostra si svolgerà dal 22 giugno al 20 ottobre presso il Collegio del Cambio di Perugia

La mostra, curata da Francesco Federico Mancini e Antonio Natali, è parte di una serie di iniziative espositive promosse dalla Galleria degli Uffizi e note con il nome di “Città degli Uffizi”. Allestita nella Sala dell'Udienza e nella Cappella di San Giovanni, si propone di far dialogare alcune opere della prestigiosa galleria fiorentina con gli affreschi di Pietro Perugino (coadiuvato da Raffaello?) presenti nel Collegio del Cambio. In particolare verrà messo a confronto il celebreAutoritratto del Vannucci, dipinto sulla parete sinistra della Sala dell'Udienza, con l'Autoritratto giovanile di Raffaelloconservato nella Galleria degli Uffizi e con il cosiddetto Ritratto del Perugino, sempre degli Uffizi, da alcuni considerato autoritratto, da altri ritenuto opera di Raffaello (o di Lorenzo di Credi).
A rendere più articolato e dinamico questo progetto espositivo, concorre la presenza del famoso
 Autoritratto di Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato. Anch'esso concesso in prestito dalla Galleria degli Uffizi, l'Autoritratto del Sassoferrato consente di affrontare il suggestivo tema della rivisitazione secentesca dei modi espressivi di Perugino e di Raffaello. Per illustrare questo argomento la mostra presenta sette opere del pittore marchigiano ispirate, più o meno liberamente, ai prototipi dei due artisti rinascimentali. 
www.collegiodelcambio.it